Hazelnut maple biscuits per il Redone di Gennaio 2020!

Eccomi al primo appuntamento per il Redone del 2020! Biscotti alla nocciola e sciroppo d’acero!

Di corsa, sempre all’ultimo… vabbè, anche questo mese è così.

Questo gennaio è iniziato con una serie di delusioni, sul nuovo libro di Nigel Slater, in esame sullo Starbooks. La maggior parte di quelle ricette, banali o non piacciono… Allora ho preso il mio Kitchen Diaries III, e ho cercato qualcosa di semplice, a prova di errore, ed eccomi qui: con questi biscottini “Hazelnut maple biscuits” di Nigel Slater, partecipo al Redone di gennaio 2020!

Ingredienti:

  • 120 g di nocciole spellate.
  • 225 g burro
  • 50 g zucchero di canna muscovado
  • 50 ml sciroppo d’acero scuro
  • 250 g farina
  • sale, un pizzico

Per decorare: 20 g di nocciole spellate.

Procedimento:

  1. Per prima cosa accendere il forno a 200° C per tostare le nocciole spellate. Quando a temperatura mettere in forno una teglia con un foglio di carta forno e le nocciole. Tostarle per qualche minuto, finchè si coloriscono, controllandoche non si brucino. Tolte dal forno, metterle in un robot da cucina, e tritarle grossolanamente. Si devono sentire granulose.
  2. Tagliare a pezzetti il burro, inserirlo in una planetaria con la frusta a k, o equivalente e attivarla. Aggiungere a poco a poco lo zucchero muscovado, e lavorarlo fino a che si ha un composto gonfio e pallido.
  3. Aggiungere un cucchiaio alla volta lo zucchero d’acero, e continuare a lavorare il composto. All’inizio sembrerà che “impazzisce”, ma continuando a mescolare, diventa un composto liscio e soffice.
  4. Setacciare la farina con un pizzico di sale e aggiungere le nocciole tritate. Mescolare bene. Aggiungere questi ingredienti al burro, impastare ancora con la planetaria, finchè si ottiene un composto, come una frolla.
  5. A questo punto impastare velocemente la frolla con le mani e comporre un salame di circa 3 cm di diametro, da avvolgere con la pellicola e mettere in frigo per un’ora. Questo è un passaggio essenziale, che non deve essere saltato.
  6. Accendere il forno a 160°, togliere la pellicola all’impasto refrigerato, e tagliare tante fette, che diventeranno circa 16 biscotti.
  7. Foderare una teglia con la carta forno e allineare i biscotti. Tagliate grossolanamente a metà le nocciole rimanenti, e usarle per decorare la superficie dei biscotti premendo delicatamente. Cuocere per 20 minuti e toglierli dal forno anche se non sembrano cotti del tutto.
  8. Lasciarli raffreddare qualche minuto e metterli su una griglia a raffreddare.

Note:

  • Avevo tutti gli ingredienti, stranamente, e allora mi è sembrato un segno!
  • La ricetta è spiegata nei particolari, ma secondo me c’è un’inesattezza: l’autore indica di formare con l’impasto un salame di 3 cm di diametro, ma con questa dimensione, si ottengono oltre 50 biscottini, e non i 16 che indica. Forse intendeva che il diametro dovesse essere 3 pollici (inches)? Inoltre non si dà indicazione per lo spessore che devono avere i biscottini. L’immagine del libro, presa dall’alto, non lo mostra. Io mi sono regolata tra i 7 mm e 1 cm abbondante.
  • Non c’è indicazione se il burro deve essere di frigo o a temperatura ambiente, io l’ho tirato fuori al momento, e ci è voluto tempo fino a che montasse.
  • Il tempo di cottura è preciso! Si ottengono dei biscottini dorati, molto fragili quando caldi, che mantengono una struttura tipo “shortbread”, molto fine, delicata e burrosa! Anche i biscotti di spessore più alto, hanno una riuscita forse anche migliore, acquisendo la caratteristica friabilità e corposità.
  • Questi biscottini sono buoni, le nocciole danno sapore e croccantezza. Lo sciroppo d’acero e lo zucchero muscovado, rimangono delicati. Mi aspettavo un’esplosione di sapori, che non c’è stata. Forse una maggiore quantità, o una qualità di sciroppo che non si trova in Italia?

La poesia nell’introduzione a questi biscotti, la sua voglia di esaltare il sapore dello sciroppo d’acero nella creazione di un biscotto, tutto questo c’è… ma…

Però, amo le frolle, gli shortbread, e per il fatto che ne ho mangiati già 15 (tanto per assaggiarli!), per me la ricetta è certamente PROMOSSA, anche se mi sembra manchi di quel qualcosa, che ne avrebbe esaltato il sapore…. 🤔

Aggiornamento del 25 gennaio 2020: confermo che malgrado tutto sono buonissimi! E oggi li ho finiti … Ben 57, e li ho mangiati tutti io!! 😋

6 pensieri su “Hazelnut maple biscuits per il Redone di Gennaio 2020!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.